attenzione al DIABETE giovanile

MAGGIORE ATTENZIONE AI CASI DI DIABETE NEI RAGAZZI

Già da tempo  si stava registrando un aumento del diabete giovanile, quello a comparsa sporadica,  attribuibile ad autoanticorpi contro le cellule del pancreas che producono l’insulina e che quindi deve essere curato con la somministrazione di questa. In una recente statistica americana l’incidenza di questa forma di diabete chiamata anche diabete 1 è cresciuta del 23% negli ultimi dieci anni ma la cosa preoccupante è che non è più infrequente la comparsa negli adolescenti anche della forma di diabete degli adulti, diabete 2. Essa è caratterizzata da riduzione delle cellule pancreatiche e da una refrattarietà dei tessuti a utilizzare l’insulina, chiamata insulino-resistenza. Tende a manifestarsi in adolescenti in sovrappeso e quindi la malattia è dovuta ad un meccanismo tutto diverso dal precedente tanto che il primo impegno è quello di ridurre l’insulino- resistenza con farmaci adatti e ovviare alle cause che portano all’aumento del peso.

Si tratta di un fenomeno preoccupante che va individuato più precocemente possibile da genitori attenti e assolutamente prevenuto dall’intervento medico.

I primi segni sono stanchezza, rifiuto di fare, aumento della diuresi anche notturna, a volte fame immotivata nel diabete 1 e bulimia, pigrizia e, come abbiamo detto, ingrassamento nel diabete 2.Bisogna controllare subito la glicemia a digiuno e dopo due ore dal pasto e allarmarsi se i valori superano rispettivamente 1,10 e 1,80 mg%. Da quel momento affidare il ragazzo a un centro diabetologico ( ce ne sono in tutti gli ospedali ). In caso di conferma del sospetto diagnostico, serve la collaborazione attiva e consapevole non solo del soggetto interessato ma soprattutto dell’entourage familiare. Cambiano il regime di vita, il comportamento, la sostenibilità dell’ambiente familiare.

Controllare da vicino i comportamenti  e l’attitudine psicofisica dei propri ragazzi diventa obbligatorio, soprattutto nella forma 2 dove si registrano elementi di predisposizione ereditaria.  La segnalazione statistica americana ci serva da ammonimento e da linea guida nella sorveglianza di questa malattia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.