I VANTAGGI DI UN SELF-CONTROLLO DELLA PRESSIONE ARTERIOSA ( PA )

Tutta una serie di fattori ha favorito il diffondersi di questa pratica semplice e di grande utilità ed ogni volta che si assiste ad una messa a punto del problema dell’ipertensione arteriosa e alla raccomandazione di linee guida di accertamento, risulta sempre più irrinunciabile il rilievo dei valori pressori nel corso di un certo periodo di tempo. In primo luogo sono stati modificati negli ultimi anni i parametri normali della pressione arteriosa massima e soprattutto minima, dato che essi sono stati via via abbassati rispetto a quelli di qualche anno fa. In secondo luogo le occasioni di riscontro di valori alterati sono nettamente aumentate sia per l’allungamento della prospettiva di vita che per la maggiore abitudine a verificare l’esistenza di uno stato ipertensivo prolungato.   L’esigenza clinica di un controllo longitudinale della PA, facilitato dai rilevamenti nel corso delle 24h o da quelli eseguiti dallo stesso paziente, ha infine consentito l’individuazione corretta di uno stato ipertensivo in passato non giudicato tale. Ricordiamo a questo proposito l’esistenza in commercio di apparecchiature che consentono la self-misurazione della pressione al braccio al proprio domicilio sia con sufficiente precisione che in condizioni standard  tali da evitare le note alterazioni emotive che si possono manifestare  in presenza del medico.

Si raccomanda di rilevare i valori pressori sempre alla stessa ora e nelle stesse condizioni ambientali nel corso di un periodo più o meno lungo e di prenderne accuratamente nota. Il medico potrà quindi valutare più attentamente la situazione clinica del soggetto.

I valori normali di riferimento a domicilio, con misurazioni fatte a braccio steso meglio se all’altezza del cuore, sono stati così stabiliti:

PA massima      130-135

PA minima           85-90

S’intende che di fronte a valori stabilmente superiori della massima e della minima, anche di poco, si deve considerare l’opportunità di un controllo medico accurato.

La stessa valutazione e a maggior ragione può essere condotta per seguire il comportamento della PA nel corso di una terapia antiipertensiva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.