Le lesioni del labbro acetabolare: studio con artro-RM

Sebbene considerata una lesione relativamente rara, la lesione del labbro acetabolare sta diventando una diagnosi più frequente grazie al maggior impiego e dettaglio d’immagine fornita dalla Risonanza Magnetica. La lesione del labbro acetabolare è difficile da visualizzare, anche in considerazione delle varianti anatomiche che esistono. La RM ad alto campo, con metodica di contrasto intra-articolare (artro-RM) deve considerarsi l’esame di elezione peril riconoscimento di questa patologia.

ANATOMIA

Il labbro acetabolare normale ha una forma triangolare, struttura fibrocartilaginea, si inserisce sulla rima dell’acetabolo al confine con la cartilagine ialina. Risulta incompleto nel suo decorso inferiore ove si inserisce il legamento trasverso; è più sottile e largo posteriormente; amplia la superficie articolare del 22%.

Nella valutazione delle lesioni del labbro acetabolare bisogna considerare la sua morfologia in tutti i piani di scansione. Come appare? triangolare, rotondo, ispessito, dismorfico, irregolare? Se il labbro è irregolare  e dismorfico è sicuramente indice di lesione. sIl secondo parametro di valutazione include la determinazione dell’estensione del contrasto nel labbro ,  che indica la lesione, o se il contrasto si estende tra il labbro e il bordo dell’acetabolo, indicando distrazione del labbro o variante anatomica. Da distinguere la degenerazione del labbro caratterizzata da iperintensità in tutte le sequenze per fenomeni di involuzione mucoide.
La sede più comune di lesione è la regione anterosuperiore, a volte associata all’impingement femoro-acetabolare (FAI).

sdb

One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.